Antonio Landi coordinatore di Azzurra Libertà

“Il 50% dei cittadini ormai non va più a votare: è disilluso, disamorato, nauseato dagli attori che fino ad oggi hanno animato la scena politica. In pochi anni, il centrodestra ha perso milioni e milioni di voti. I moderati italiani non hanno più una casa: non si sentono rappresentati nè da Berlusconi, né da Salvini, né dalla Meloni. Troppi scandali, troppi errori, troppe inchieste, troppe dimostrazioni che qualcuno ha pensato al proprio tornaconto personale e non al bene dei cittadini. A fronte di tutto ciò, è iniziato ufficialmente il nuovo corso di Azzurra Libertà”, lo scrive direttamente Azzurra Libertà sulla sua pagina Facebook ufficiale, solo qualche giorno fa.

“Il nostro Movimento Giovanile impiegherà le forze delle migliaia di giovani che ne fanno parte per costruire un centrodestra giovane e moderno, lontano dagli estremismi di destra e di sinistra, che non sia ideologizzato, che mantenga inalterati i propri valori e che faccia avanti idee e proposte concrete per i cittadini. Abbiamo un patrimonio di tantissimi giovani che vogliono fare qualcosa per il proprio Paese: non possiamo permettere che la loro forza, il loro entusiasmo, il loro vigore sia degradato da un sistema marcio e sconfitto dalla storia”, conclude il post.

Ad oggi Azzurra Libertà ha deciso di nominare Coordinatore regionale per la Campania e delegato alla Direzione nazionale Antonio Landi, 22 anni, di Salerno, il quale ha commentato: “Sono già in campo per dare il mio convinto contributo al nuovo percorso politico di Azzurra Libertà, insieme ad Andrea Zappacosta e Luca Zappacosta, siamo spinti da passione per il territorio e per questo non solo opereremo ampliando la platea dei sostenitori di Azzurra Libertà ma soprattutto daremo nuovo impulso alla sua azione politica. Ringrazio gli amici Zappacosta per avermi voluto in Direzione Nazionale: sono certo che, insieme a loro, il nostro giovane soggetto politico farà la differenza nel panorama nazionale e regionale: siamo il futuro del pensiero liberale e democratico e lo dimostreremo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *