Benevento, spariti organi di bimba morta assassinata

Purtroppo in Italia ci sono tanti, troppi, casi irrisolti, e la cosa fa ancora più male quando protagonisti sono i bambini.

Tutti ricordiamo senz’altro la storia della bambina rumena che venne ritrovata senza vita il 19 giugno 2016 all’interno di una piscina di un resort a San Salvatore Telesino (Benevento).

Nonostante le serrate indagini degli inquirenti non si riuscì a trovare un colpevole, ma si riuscì a stabilire, attraverso l’autopsia, che la povera piccola era stata prima stuprata e poi annegata nella piscina.

Una storia terribile, che però in queste ore diventa ancora più inquietante: il corpo della piccola è stato riesumato e si è scoperto che mancano alcuni organi interni.

“La nuova autopsia svolta sul corpo della povera Maria ha fatto emergere che nel corso del primo esame autoptico sono stati asportati e fatti sparire gli organi interni: siamo pronti a presentare denuncia per accertare cosa sia accaduto”, ha dichiarato l’avvocato Fabrizio Gallo, legale del padre della giovane vittima.

“La prima autopsia accertò che la piccola era stata violentata e poi uccisa – aggiunge -. I risultati non furono del tutto chiari al punto che la Procura di Benevento ha chiesto ed ottenuto da un nuovo gip la riesumazione della salma. Il nuovo esame autoptico ha fatto emergere questa verità agghiacciante: non sono stati rinvenuti gli organi interni. Chiediamo con forza che venga fatta chiarezza in una vicenda da contorni ancora tutti da chiarire. Di fatto sono state cancellate tutte le tracce che possano fare accertare la verità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Possono interessarti

Primarie Napoli, soldi ai cittadini per votare

E’ bufera sulle primarie del centrosinistra di Napoli. Un video pubblicato sul…

Antonio Landi coordinatore di Azzurra Libertà

“Il 50% dei cittadini ormai non va più a votare: è disilluso,…

Avellino, 21 misure cautelari per i furbetti del cartellino

Avellino. Effettuate delle misure cautelari interdittive nei confronti di 21 dipendenti dell’Asl…

Lecce. Diciannovenne partorisce in strada, bimbo salvato dagli amici

Puglia. Una ragazza leccese di diciannove anni ha partorito un bimbo in…