Botti di Capodanno: nessun morto e 190 feriti, 52 in Campania

Il resoconto del 1 gennaio del nuovo anno per i botti del capodanno.

Il Capodanno è una delle feste più amate in Italia, e come ogni anno è consuetudine ammirare il classico spettacolo di fuochi d’artificio allo scoccare della mezzanotte; ogni primo dell’anno, però, viene diffuso il triste bilancio dei numerosi feriti, e spesso anche morti, che i tradizionali “botti” causano in tutta Italia.

Quest’anno fortunatamente non ci sono state vittime nel nostro paese, ma i feriti sono centonovanta; un dato che rileva un calo delle vittime rispetto all’anno precedente, poiché nel 2015 ce ne sono state 253.

La regione dove si sono verificate più ferite da fuochi pirotecnici è stata la Campania, dove le persone che hanno subito danni sono state cinquantadue, di cui trentuno solo a Napoli e provincia; anche in questo caso il dato è positivo rispetto al 2015, quando nella città partenopea il numero dei feriti ammontava a cinquantuno;

a Giugliano (Napoli) un uomo ha subito lesioni a un occhio e a una gamba e ora è in prognosi riservata al Cardarelli. Il danno più grave, però, lo ha riportato un uomo di cinquantaquattro anni di Potenza, al quale è stata amputata una mano e le sue condizioni sono ancora molto gravi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Possono interessarti

Rapina Mondialpol di Caniga, il racconto della responsabile

Rita Achenza, responsabile della sede Mondialpol di Caniga, a Sassari, ha raccontato…

IVA sugli ormeggi, l’Ucina ”Urge intervento legislativo”

L’Ucina-Confindustria Nautica lancia l’allarme in merito all’IVA applicabile agli ormeggi: non sapendo…

Aperto il cantiere della Cilentana

Nella mattinata di ieri, sabato 19 marzo, alle ore 11,00 presso l’uscita…

Acqua, vertici Gori in audizione in Commissione Trasparenza

La Commissione speciale trasparenza al Consiglio della Regione Campania, presieduta da Valeria…