Calabria, donna scopre telecamera nascosta in bagno

Un dipendente di 50 anni che lavora presso l’ASP di Vibo Valentia aveva installato una telecamera dietro il water del bagno delle donne, per spiarle mentre usavano il servizio della mensa ospedaliera. L’uomo, che lavora nella cucina dell’ospedale, è stato scoperto da un’inserviente che lavora all’interno della medesima struttura sebbene sia parte di un’azienda esterna all’ASP.

La vicenda è stata denunciata istantaneamente dalla donna ai Carabinieri, accusando il dipendente di lesione del diritto alla privacy. La querela, sporta tre anni fa dalla dipendente, potrebbe avere ora risvolti giudiziari, in quanto era stata archiviata dalla procura per difetto di tempistica nella presentazione ma, adesso, è stata presentata dal legale come procedimento civile contro il dipendente ASP per ottenere il risarcimento dei danni morali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Possono interessarti

Alenia-Aermacchi, M5S: ”Preoccupati per l’incontro De Luca-Moretti”

La capogruppo campana del Movimento 5 Stelle, Valeria Ciarambino, ha si è…

14enni tra alcol e fumo, ecco le statistiche

Ricerca choc da parte della Federico II e dell’Asl, il 70% dei…

Uomo trovato in coma nel Cosentino

Un uomo è stato trovato in coma e nudo nei pressi di…

Industriali di Napoli chiedono sconti fiscali

L’Unione Industriali di Napoli lancia la sfida. Vuole dimostrare che la città…