Calabria, donna scopre telecamera nascosta in bagno

Un dipendente di 50 anni che lavora presso l’ASP di Vibo Valentia aveva installato una telecamera dietro il water del bagno delle donne, per spiarle mentre usavano il servizio della mensa ospedaliera. L’uomo, che lavora nella cucina dell’ospedale, è stato scoperto da un’inserviente che lavora all’interno della medesima struttura sebbene sia parte di un’azienda esterna all’ASP.

La vicenda è stata denunciata istantaneamente dalla donna ai Carabinieri, accusando il dipendente di lesione del diritto alla privacy. La querela, sporta tre anni fa dalla dipendente, potrebbe avere ora risvolti giudiziari, in quanto era stata archiviata dalla procura per difetto di tempistica nella presentazione ma, adesso, è stata presentata dal legale come procedimento civile contro il dipendente ASP per ottenere il risarcimento dei danni morali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Possono interessarti

Vibo: ragazzi pestati e derubati

Un altro caso di violenza tra coetanei dove le vittime sono 4…

Primarie PD Napoli, bocciato per la terza volta il ricorso di Bassolino

Bocciato per la terza volta il ricorso di Antonio Bassolino per i…

Arrestato ragazzo accusato di duplice omicidio: la sua fuga è durata 35 ore

E’ stato arrestato il ragazzo di 28 anni che, dopo aver ucciso…

Ufficio pubblico: coda per un impiegato che gioca al solitario

Marco B. stava facendo la coda per chiedere il permesso per accedere…