Caso Tiziana Cantone: aperta un’inchiesta

Il caso Tiziana Schiavone sta diventando sempre più virale: ora la procura di Napoli ha deciso di aprire un’inchiesta sul suicido della trentunenne, che ha compiuto un atto estremo dopo che è stato diffuso il suo video hard sul web.

E’ stato aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di istigazione al suicidio: più in la si potrebbe anche parlare di altri reati come stalking e violazione della privacy. Non si sa ancora se la Cantone avesse già denunciato i suoi aguzzini.

Elena Centemero deputata, responsabile scuola e università di Forza Italia dichiara che:

“Il suicidio della Cantone lascia tutti noi basiti perché è l’espressione della violenza e dell’odio che trovano spazio sul web e terreno fertile sui social network. Emergono anche alcuni particolari che possono far pensare allo stalking”.

Vediamo come proseguiranno le indagini sperando che le forze dell’ordine riescano a far giustizia a questa povera ragazza suicida a soli 31 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *