Catania: un medico costringeva sua moglie a prostituirsi

Un medico è stato messo in manette perché costringeva la sua giovane moglie a prostituirsi. Ma non finisce qui perché le accuse sono molte di più: in mezzo ci sono anche maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale.

Il medico, settantenne costringeva sua moglie ad andare con uomini ricchi minacciandola e picchiandola qualora si rifiutasse. Le indagini sono iniziate da un bel po’: più precisamente da agosto scorso quando la giovane stava per suicidarsi. In quell’occasione c’era già un presentimento che poi si è concretizzato in accuse contro il marito grazie alla testimonianza della donna che ha deciso di confidarsi e a raccontare la sua triste storia ai carabinieri.

La giovane rumena di 34 anni dopo la denuncia è stata trasferita per sicurezza nel Nord Italia nel paese della madre con cui non aveva rapporti proprio per la sua storia con un uomo molto più grande di lei. Al medico gli sono stati concessi gli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Possono interessarti

Reggio Calabria, a rischio i finanziamenti per la diga del Menta

La diga del Menta, progetto speciale numero 26 del 1979 avviato dall’Ufficio…

Messina: scoperto il clan degli aborti clandestini

E’ stato scoperto a Messina un giro di ginecologi e anestesisti che…

Napoli: imprenditore filma e incastra un sindacalista

Un imprenditore di Napoli pur di incastrare un sindacalista ha messo una…

Roberta Ragusa, Logli resterà 20 anni in carcere

Il corpo non è mai stato trovato e probabilmente la verità non…