Corteo di Napoli contro il governo di Matteo Renzi

La manifestazione che si è tenuta a Napoli è finita a colpi di lacrimogeni e di bombe carta. Ci sono stati momenti di pura tensione nel luogo dove si è tenuto il corteo ovvero sul lungomare di Napoli.

Le forze dell’ordine sono dovute intervenire contro alcuni manifestanti “più accesi” rispetto ad altri. La gran parte delle persone che hanno partecipato al corteo si sono allontanati dai più ribelli che hanno cominciato ad inveire e a lanciare pietre contro le forze dell’ordine. La causa di tutto questo scempio è stata la presenza di Matteo Renzi, premier del nostro paese. Infatti molti cartelli erano rivolti a lui e al suo governo.

Sono apparsi striscioni molto forti contro di lui: “Napoli sfiducia il governo Renzi”, e ancora “No al governo delle lobby e degli speculatori”. Insieme ai striscioni un pupazzo di pinocchio che portava una maglietta con la scritta Pd.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Possono interessarti

Cristel Carrisi sposa in Puglia Davor Luksic

Domani a Lecce si sposerà la figlia di Albano Carrisi e Romina Power,…

De Luca: a casa chi fa selfie in sala operatoria

I medici che in sala operatoria si fanno i selfie devono essere…

De Gregori canterà Dylan in Sicilia con Amore e Furto Tour

Partirà a breve, il 5 marzo dall’Atlantico Live di Roma “Amore e…

Campania, resta alta la tensione dell’intersindacale medica

In Campania vi è un inasprimento della vertenza Salute, nonostante la sospensione…