De Luca chiede un rinvio del Piano Ospedaliero a Lorenzin

“Ho inviato una lettera al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin per chiedere una proroga per la presentazione del Piano Ospedaliero. Com’è noto, il Commissario di governo è stato nominato da poche settimane, e non c’è stato dunque il tempo di consultare le organizzazioni professionali e sindacali sulla proposta di riorganizzazione. In queste condizioni, qualunque proposta sarebbe improvvisata e disastrosa per le conseguenze che produrrebbe sul personale, sugli utenti e sulle comunità”, parole scritte direttamente dal Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook.

“Per domani è stata convocata una riunione con i Commissari di governo sulle intese raggiunte con le strutture private convenzionate e le associazioni dei disabili. Resta ferma la linea seguita finora per la chiusura dei contratti in maniera ragionevole e rispettosa, definendo le prestazioni che le strutture dovranno erogare”, conclude il post.

Dai commenti comparsi sotto il post di De Luca, sembra che la cittadinanza sia assai preoccupata di tali proroghe: La Campania è sempre la più lenta ad organizzarsi…c’è sempre una scusa…, scrive un utente, Presidente, non può immaginare che danno ai cittadini è stato chiudere alcuni Pronto Soccorso. Quelli rimasti sono ormai sempre intasati ma il personale è uguale ,con la conseguenza che si lavora male e l’utenza spesso non riceve l’adeguata attenzione/cura. Per i giri di economia che hanno favorito chi voleva rubare , poi si risparmia sulla vita dei cittadini. Tanto, chi ha soldi e santi in Paradiso viene subito curato, commenta un’altro.

Di seguito alcune righe della lettera scritta dal Presidente De Luca al ministro Lorenzin, a cui hanno fatto seguito delle comunicazioni telefoniche: “Caro Ministro, ritengo mio dovere sottoporre alla Tua attenzione la delicatissima situazione della Campania, in relazione alla scadenza di oggi, 29 febbraio, per la trasmissione al Ministero della quantificazione del personale necessario per i servizi essenziali e della proposta di Piano ospedaliero regionale”, scrive De Luca.

“Come è noto, il Commissario di governo è stato nominato da poche settimane. Non c’è stato il tempo neanche di consultare, come previsto per legge, le organizzazioni professionali e sindacali sulla proposta di riorganizzazione. In queste condizioni, qualunque proposta sarebbe improvvisata e disastrosa per le conseguenze che produrrebbe sul personale, sugli utenti e sulle comunità. Ritengo indispensabile che si decida, da parte del Ministro, una proroga per la presentazione da parte del Commissario, del Piano ospedaliero regionale”, conclude il Presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *