Innovation Village, dal 31 marzo la fiera dell’innovazione a Napoli

“Con la Strategia di Specializzazione Intelligente (RIS3), la Giunta De Luca ha raccolto le istanze dell’Europa e ha definito le linee di indirizzo per uno sviluppo sostenibile e inclusivo del contesto regionale, fondato sull’integrazione del sistema dell’innovazione con quello produttivo-economico e socio-istituzionale”, annuncia un comunicato stampa della Regione.

In sintesi, la Regione Campania ha voluto coinvolgere i cittadini, gli imprenditori al fine di confermare, ampliare e ridefinire le aree di specializzazione, mettendo a punto un piano di informazione dettagliato che prevede fasi diversificate e canali diretti di dialogo, sia tramite il web con il portale Campania Competitiva, sia tramite il territorio, grazie all’iniziativa aperta al pubblico durante la fiera dell’Innovation Village.

“Innovation Village (padiglione 5 della Mostra d’Oltremare in contemporanea con Energymed) è la manifestazione che accelera i processi innovativi, mettendo in contatto: chi pensa, chi finanzia e chi produce. Dal 31 marzo al 2 aprile, opportunità e workshop per condividere le progettualità in corso e rilanciare nuove proposte, incontri research to business (R2B) durante i quali il mondo della ricerca si incontrerà con la domanda del mondo imprenditoriale e sviluppo creativo con un viaggio nel mondo dei maker e della digital fabrication”, spiega il comunicato.

“Innovation Village rappresenta, quindi, la prima tappa del road show del processo di consultazione pubblica per portare il dibattito là dove le imprese sono presenti e per favorire gli scambi e il confronto sui temi dell’innovazione e della sostenibilità. I giorni della manifestazione saranno l’occasione per fare il punto sulle politiche a supporto dell’innovazione e di Agenda Digitale, per dare evidenza dei risultati del progetto banda ultralarga e soprattutto per avviare il confronto sulla strategia di specializzazione intelligente, così come sulla nuova programmazione europea attraverso dei tavoli di consultazione settoriali – che si terranno il 31 marzo e il 1° aprile – in cui interverranno imprese, distretti tecnologici, centri di ricerca, startup e associazioni di categoria”, prosegue la nota.

Valeria Fascione, assessore all’innovazione, all’internazionalizzazione e alle startup, ha commentato: “I nostri territori sono ricchi di offerta di innovazione, ma questa offerta non viene colta adeguatamente dalle imprese, in particolare dalle PMI che rappresentano oltre il 90% del nostro tessuto economico. E’ necessario coinvolgere e includere le imprese nelle strategie regionali volte a rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione. Le nuove traiettorie strategiche si muovono in questa direzione con la RIS 3 che ha individuato come interlocutore trainante per la strategia dell’innovazione i distretti tecnologici, le aggregazioni e il laboratori pubblico-privati, organizzazioni reticolari in cui si aggregano players di dimensione ed estrazione differente allo scopo di facilitare trasferimento tecnologico e condivisione dei risultati della ricerca applicata in funzione competitiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Possono interessarti

Piantagione di marijuana scoperta a Napoli

E’ stata scoperta una piantagione molto grande di marijuana che ha causato…

Salma musulmana nessuna benedizione, vescovo chiede spiegazioni

In merito alla salma della donna, tra le cinque vittime, coinvolte nella…

Maltempo nelle regioni del Sud

Maltempo in arrivo e un assaggio di autunno per le regioni del…

Concerto Tiziano Ferro: biglietti falsi a Sud italia

Infuriati i fan di Tiziano Ferro che hanno dovuto rinunciare al concerto…