Maltempo al Centro-Sud, 5 vittime

Cinque le vittime dell’ondata di maltempo che ha colpito il centro-sud dell’Italia questo week end. In provincia di Reggio Calabria, a Candidoni, un uomo di 51 anni ha perso la vita a causa di un albero precipitato sulla sua auto, per via del forte vento. Altre due persone vittime di un albero caduto sul loro veicolo sono morte nel casertano, a Sessa Aurunca.

Nelle Marche, invece, un veicolo è stato travolto da un torrente in piena a Sant’Angelo in Pontano, in provincia di Macerata, uccidendo l’uomo che era a bordo. La quinta vittima è stata registrata nei pressi di Villafranca, in provincia di Verona: un uomo di 50 anni è annegato dopo essere scivolato nelle acque del fiume Tione.

La Protezione civile ha dichiarato l’allerta di condizioni meteo avverse anche per oggi, in particolari nelle zone della Liguria, Lombardia meridionale, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Toscana, Sardegna, Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise.

Grossi disagi in Calabria, dove si sono registrate raffiche di vento con punte di ben 135 km orari. Stamane sono in corso i sopralluoghi della Protezione civile, dei tecnici regionali e di Calabria Verde, insieme alle strutture comunali, per verificare i danni. Cosenza, Rende e Reggio Calabria le città più colpite, difatti questa mattina le scuole sono chiuse su indicazione della Protezione civile, al fine di poter rimettere le zone in sicurezza.

Nel Lazio, il Centro Funzionale Regionale ha annunciato che il Dipartimento della protezione civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse, ad estensione dell’avviso meteo precedente, inoltre è codice giallo su bacini costieri nord, bacino medio del Tevere, Appennino di Rieti, Roma, Aniene bacini costieri sud e bacino del Liri.

I disagi sono stati seri anche in Campania. A Napoli, anche il quartiere del Vomero ha registrato forti disagi; una palma, infatti, si è spezzata in via Solimena, crollando su due automobili, distruggendole, mancando di pochissimo un cameriere che era di passaggio, illeso per miracolo.

Sul Litorale Domitio, dove vi sono molte strutture instabili, i cittadini hanno continuato segnalare disagi tramite facebook, fotografando il tutto.

Il Sindaco di Giugliano in Campania, Antonio Poziello ha inviato tramite social network, un post per definire la situazione e comunicare i provvedimenti per gestire l’emergenza: “ Sindaco di Giugliano in Campania: “Attivato il piano comunale di Protezione Civile. E’ stato richiamato in servizio tutto il personale in servizio della Polizia Municipale. Sono operative tutte le pattuglie, metà al centro e metà in zona costiera, ed è stato disposto l’intrevento delle ditte di manutenzione stradale, pubblica illuminazione, verde pubblico, di Telecom e Enel. Sono stati effettuati numerosi interventi per rimuovere potenziali pericoli, pali, alberi cartelloni ed altri oggetti crollati per il forte vento. La ditta di manutenzione della Pubblica Illuminazione e la Telecom hanno effettuato controlli su numerosi pali a seguito di segnalazioni di cittadini alla Polizia Municipale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *