Mazara: arrestati due fratelli per l’omicidio di un rumeno

Il 16 maggio 2016 c’è stato un omicidio dove la vittima era un rumeno che stava cercando di rubare marijuana. In queste ore c’è stato l’arresto di due fratelli, Giuseppe e Vito Signorello che sono titolari di una ditta agricola.

Il rumeno aveva 38 anni e si chiamava Cristian Martei: è stato trovato carbonizzato nelle campagne di contrada Fiocca di Mazara del Vallo. I due fratelli erano già noti alle forze dell’ordine proprio per la piantagione di marijuana. Ora invece, si sono macchiati di un reato molto più grave ovvero l’omicidio dell’uomo. Sembra che l’omicidio è collegato a quello del maresciallo Mirarchi anche se il colonnello Russo che ha guidato l’indagine ha affermato che non c’è nessun legame tra i due reati.

Ritornando all’omicidio di Martei, inizialmente i due fratelli avevano negato ma poi, complice una trappola eseguita dagli investigatori, si è riusciti a far luce sull’uccisione del rumeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *