Messina, muore per un malore e i cani ne mangiano i resti

Il corpo dilaniato di una 70enne è stato trovato in una cava di San Marco D’Alunzio circondato dai suoi cani.

Cristina Di Caterina, una donna di origine tedesca di 70 anni, è stata trovata senza vita in una cava a San Marco D’Alunzio (Me), dove la donna abitava abusivamente in un casotto. Il corpo dell’anziana, la quale sembra essere deceduta a causa di un malore, è stato dilaniato dai cani randagi che da tempo vivevano con l’anziana.

La donna, che viveva da sola con i suoi amati cani, era sparita da più di una settimana. Un dipendente della cava si è accorto ieri mattina dell’accaduto ed ha chiamato subito le Forze dell’Ordine. Una volta giunti sul posto, i carabinieri sono stati costretti a chiamare anche il servizio veterinario dell’Asl di Sant’Agata, poiché i cani risultavano troppo aggressivi.

La 70enne viveva in condizioni igienico sanitarie precarie nella casetta dell’ex custode della cava da anni e  non aveva famigliari. Secondo i carabinieri la donna era venuta dalla Germania in Sicilia anni fa, e viveva di elemosina. Qualche settimana fa sembra abbia avuto un malore e i cani randagi, spinti forse dalla fame, dopo qualche giorno ne avrebbero sbranato il corpo. Nei prossimi giorni verrà effettuata l’autopsia per stabilire le esatte dinamiche del decesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *