Messina: scoperto il clan degli aborti clandestini

E’ stato scoperto a Messina un giro di ginecologi e anestesisti che eseguivano aborti clandestini. L’accusa è convinta fermamente che il primario del reparto di anestesia e rianimazione dell’ospedale Pepardo-Piemonte, Giuseppe Luppino, insieme al dirigente medico, Giovanni Cocivera esortavano le pazienti a optare per un’intervento in studio a pagamento.

I due medici sono stati raggiunti e fermati. Il fermo è stato eseguito sotto l’ordinanza della Procura. In pratica le accuse sono molto gravi: questi medici convincevano giovani donne rimaste incinte ad eseguire la procedura di aborto nei loro studi privati facendosi pagare profumatamente, violando ovviamente tutte le norme vigenti.

Inoltre questi medici hanno ingannato le loro pazienti affermando che per eseguire l’aborto non erano disponibili posti letto e che per cui era necessario farlo presso i loro studi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *