Napoli, Valeria Valente vince le primarie PD

La candidata del centrosinistra alle elezioni amministrative previste a Napoli in primavera sarà Valeria Valente. Nelle primarie più partecipate della città, la giovane deputata, vicina al presidente Pd Matteo Orfini, ha battuto Antonio Bassolino.

“Grazie agli elettori, ai militanti, ai cittadini di ‪#‎Napoli‬. Abbiamo fatto bene a fare le primarie, abbiamo vinto: Napoli ha deciso di guardare avanti. Adesso battiamo de Magistris e Lettieri TUTTI insieme”, ha scritto sui social Valeria Valente.

Valente sfiderà quindi il candidato del centrodestra, Gianni Lettieri, il sindaco uscente, Luigi de Magistris e il candidato dei Cinque Stelle, ancora senza nome. Lei stessa ha ricordato che avrebbe potuto candidarsi alle comunali senza voto alle primarie di coalizione, ma ha acconsentito alla verifica del voto del territorio affinché la sua fosse una candidatura decisa a Napoli e non a Roma.

“Gli altri candidati? Non li ho sentiti, ma abbiamo sempre detto che chiunque fosse stato il vincitore avrebbe avuto il sostegno degli altri e sono convinta che arriverà perché abbiamo una grande sfida davanti”, ha affermato Valente, la quale ha ricevuto nella tarda serata una telefonata di congratulazioni dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi.

La Valente ha vinto con il 43,7% con oltre tredicimila voti, solo 500 in più di Bassolino, un vero e proprio testa a testa. A vittoria acquisita ha ringraziato “tutti i cittadini” affermando che ora c’è bisogno di restare “tutti insieme nel centrosinistra per tornare al governo della città”. Bassolino, ammettendo la sconfitta, ha commentato: “Continuiamo la battaglia per Napoli” aggiungendo di “aver dato un contributo alla battaglia per la partecipazione, con passione e caparbietà”.

Il segretario regionale del Pd, Assunta Tartaglione, ha dichiarato: “I primi vincitori di queste primarie sono le decine di migliaia di elettori che hanno dimostrato come lo strumento delle primarie sia ormai affermato come una buona prassi politica”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *