Ragusa: muore la ragazza che aveva mangiato una polpetta di solfiti

E’ morta dopo 10 anni di agonia, Sara Di Natale, la giovane ragazza che, dopo aver mangiato una polpetta di solfiti, è entrata in coma vegetativo per 10 anni.

Aveva acquistato una polpetta in una macelleria catanese e, subito sopo averla mangiata, ha avuto uno shock anafilattico. E’ morta, come detto prima, dopo un coma durato 10 anni.

La polpetta conteneva una quantità molto elevata di solfiti che ha provocato nella ragazza lo shock: la giovane Sara, che allora aveva 22 anni, viveva grazie alle macchine e alla ventilazione artificiale. I genitori non l’hanno mai lasciata sola tanto che il padre ha dovuto interrompere la sua attività lavorativa.

Il macellaio per il disastro che ha combinato ancora non ha pagato né in denaro né con il carcere, ma il padre fa sapere che si batterà per avere giustizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Possono interessarti

Travolto un uomo sui binari a Napoli

E’ stato travolto da un treno in movimento un uomo che stava attraversato…

Sanità: meno fondi per la Calabria

Il Fondo Sanitario Nazionale ha assegnato alla Regione Calabria, per il 2015,…

Bari: maltrattamenti ad anziani in una casa di riposo

Ancora casi di maltrattamenti ad anziani: questa volta il reato è stato…

Pregiudicato ucciso a Napoli

Un pregiudicato è stato ucciso mentre stava in auto a colpi di…