Salerno, discoteche chiuse perché sovraffollate

Come di consueto, in Italia, si corre ai ripari solamente dopo che le tragedie si sono già consumate, e quindi sono dovute morire sei persone, tra cui 5 minorenni, per far aprire gli occhi sul mondo delle discoteche ed in generale dei locali che, durante gli eventi, fanno entrare e stipano al loro interno centinaia di persone, contro ogni normale buonsenso.

E dopo la tragedia di Ancona, dove pare che all’interno della discoteca ci fossero decine di persone oltre il limite massimo consentito, sono partite indagini e perquisizioni che in queste ore hanno portato ai primi sequestri.

Nello specifico, due discoteche del Vallo di Diano, nel Salernitano, sono state poste sotto sequestro nella notte mentre erano in corso due dj set.

In entrambi i casi i carabinieri della compagnia di Sala Consilina hanno riscontrato la presenza di centinaia di persone in più del consentito, oltre ad altre violazioni.

Nel primo caso c’erano circa 500 persone, a fronte di 150 e, nel secondo, erano presenti 400 persone, a fronte di 200, capienza massima autorizzata.

I carabinieri hanno proceduto all’immediato sequestro anche in considerazione dell’ostruzione delle uscite di sicurezza all’interno, a causa di tavoli utilizzati come guardaroba improvvisati, ed all’esterno automobili parcheggiate a ridosso delle uscite di emergenza, non permettendone in alcun modo l’apertura, con la messa in pericolo di vite umane.

Ai titolari sono state elevate sanzioni per complessivi 18mila euro, più un provvedimento di sospensione delle attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Possono interessarti

Campania. Votazione Collegato al bilancio, consiglieri M5S abbandonano l’aula

“Abbiamo appena abbandonato l’aula mentre è in votazione il Collegato al bilancio:…

Sanzioni Russia disastrose per l’economia in Campania

Gli effetti delle sanzioni imposte alla Federazione Russa dall’ Ue e dalla…

Napoli, arrestato boss latitante del Vomero

In manette Luigi Cimmino, 55 anni, boss di camorra egemone nell’area collinare…

Campania, nasce Garanzia Over per il reinserimento al lavoro

“Insieme a Garanzia Giovani, in Campania nasce “Garanzia Over“, una misura che…