San Valentino la Coldiretti spiega perché i fiori

La Coldiretti conferma ancora una volta la passione degli italiani per il San Valentino, passione che si trasforma in un solo gesto, quello dei fiori, in particolar modo delle rose.

Con una nota infatti la Coldiretti rivela che, attraverso un sondaggio, si è appurato che ancora il 19% sceglie i fiori come omaggio al proprio “amore”, mentre un 15% pensa a cioccolatini e dolciumi, vi è però anche un buon 51% che preferisce non fare regali “materiali”.

La Coldiretti spiega: “I fiori vincono perché permettono di esprimere, con classe, fantasia e prezzi ragionevoli, i propri sentimenti senza intaccare sensibilmente il proprio bilancio, e sono più graditi dei cioccolatini che rischiano di compromettere il duro “lavoro” di queste settimane per tornare in forma dopo le festività natalizie e il carnevale appena concluso. I fiori italiani peraltro sono senza dubbio i più profumati, non solo perché non devono affrontare lunghi tempi di viaggio che fanno arrivare quelli stranieri meno freschi alla meta, ma anche perché molti produttori nazionali sono impegnati a selezionare varietà che presentano aromi più intensi e caratteristici”.

Poi la Coldiretta spiega anche come riuscire a tenere in vita il più possibile i fiori regalati nel periodo di San Valentino, cercando di avere una maggiore esposizione ai raggi del sole e un piccolo trucco di un’aspirina sciolta in alcune gocce di candeggina per ogni litro d’acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Possono interessarti

Giovane derubato a Messina: polizia riesce a catturarli

Due rapinatori hanno sequestrato e derubato un giovane nei pressi di Piazza…

Un’altra vittima del web: si uccide una ragazza per video hard

E’ accaduto a Napoli dove una ragazza si uccide dopo che un…

Maltempo nelle regioni del Sud

Maltempo in arrivo e un assaggio di autunno per le regioni del…

AIDS: conviverci senza paura

3500 i pazienti in Campania, 200 contagiati ogni anno. A resistere però…