Sicilia: arrestato assessore che coltivava canapa indiana

In Sicilia, più precisamente a Nebrodi, è stato arrestato un assessore comunale perché accusato di coltivare canapa indiana. L’assessore sembra che abbia un complice, il fratello il 21 anni.

I due fratelli sono stati colti in flagranza di reato mentre stavano innaffiando le piante: si tratta di più di 300 piante dell’altezza di quasi 2 metri. L’operazione è stata portata avanti dai carabinieri del comando provinciale di Messina e dalla Squadra Eliportato Cacciatori Calabria. L’assessore di soli 27 anni è stato così arrestato mentre stava curando il suo “orticello”.

La piantagione era nascosta bene bene da occhi indiscreti e, al momento in cui i due fratelli hanno visto i carabinieri, hanno tentato di fuggire ma la loro fuga è durata poco visto che sono stati inseguiti e bloccati poco dopo. Si stanno ancora effettuando i rilievi del caso e per cui per informazioni più accurate dovremo aspettare ancora un po’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *