Sicilia: arrestato assessore che coltivava canapa indiana

In Sicilia, più precisamente a Nebrodi, è stato arrestato un assessore comunale perché accusato di coltivare canapa indiana. L’assessore sembra che abbia un complice, il fratello il 21 anni.

I due fratelli sono stati colti in flagranza di reato mentre stavano innaffiando le piante: si tratta di più di 300 piante dell’altezza di quasi 2 metri. L’operazione è stata portata avanti dai carabinieri del comando provinciale di Messina e dalla Squadra Eliportato Cacciatori Calabria. L’assessore di soli 27 anni è stato così arrestato mentre stava curando il suo “orticello”.

La piantagione era nascosta bene bene da occhi indiscreti e, al momento in cui i due fratelli hanno visto i carabinieri, hanno tentato di fuggire ma la loro fuga è durata poco visto che sono stati inseguiti e bloccati poco dopo. Si stanno ancora effettuando i rilievi del caso e per cui per informazioni più accurate dovremo aspettare ancora un po’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Possono interessarti

Trovato un cadavere nella zona apposita di sosta dei camion

E’ stato trovato un corpo senza vita nei pressi di un’area di…

Tentato sequestro di una bambina: tornato libero l’uomo accusato

Un indiano di 43 anni, Ram Lubhaya, che è stato accusato di…

Giornata Nazionale per la salute della donna in tutta Italia

Oggi, 22 aprile 2016 si svolgerà la Giornata Nazionale dedicata alla salute…

Tuccillo ”nuovo slancio all’Anci Giovani Campania”

Nella mattinata di ieri, nel Complesso monumentale di Santa Maria La Nova…