Strage Erasmus, una delle vittime era di origini irpine

A causa di un colpo di sonno dell’autista sono morte 13 studentesse Erasmus in Spagna. Il mezzo avrebbe urtato il guardrail di destra, poi il conducente avrebbe sterzato a sinistra finendo sull’altro lato dell’autostrada contro un’auto che proveniva dal senso opposto, i cui due passeggeri sono stati feriti.

Tra le vittime della strage c’è anche una studentessa di origine irpine, Valentina Gallo, nata a Firenze nel 1993, dove viveva con i suoi genitori, entrambi originari del paese irpino di Vallata (Av). La ragazza, studentessa di economia, era in Spagna da due mesi per il progetto Erasmus, così come tutti i giovani coinvolti nello spaventoso incidente che è costato la vita complessivamente a 13 studentesse. A Vallata vivono ancora alcuni parenti della famiglia Gallo che era solita ritornare nel paese di origine per fare visita.

Giuseppe Leone, sindaco di Vallata, è stato tra i primi a venire a conoscenza del coinvolgimento nella strage della giovane ed ha voluto esprimere il proprio cordoglio: “La famiglia Gallo tornava spesso in Irpinia per le feste di Natale e non solo. Sono bravissime persone, l’intero paese è sconvolto. Ho già parlato con il sindaco di Firenze Dario Nardella per essere informato sul giorno delle esequie, a cui parteciperemo con la nostra amministrazione. Il paese è senza parole, a Vallata vivono ancora diversi parenti della famiglia Gallo, comprensibilmente chiusi nel loro dolore”, ha dichiarato a Il Mattino.

Anche la presidente del consiglio regionale, Rosetta D’Amelio, ha espresso parole di cordoglio per la tragica perdita: “Sono profondamente addolorata dalle notizie che ci giungono in queste ore dalla Spagna. E’ drammatico il bilancio dell’incidente che ha visto coinvolto un autobus che trasportava studentesse in Erasmus sull’autostrada tra Valencia e Barcellona. Oltre la metà delle vittime erano nostre connazionali. Ma anche se la vittima italiana fosse stata solo una, o a perdere la vita fossero state solo giovani studentesse di altra nazionalità, il dolore sarebbe stato ugualmente grande”.

Il mio pensiero  va a tutte le famiglie colpite da questa tragedia e in particolare alla comunità di Vallata (AV), di cui sono originari i genitori di Valentina Gallo, che ha proclamato il lutto cittadino. Per testimoniare la mia vicinanza, e quella del Consiglio, ho voluto sentire telefonicamente il Sindaco Giuseppe Leone, che mi ha raccontato quanto stretto è il legame dei familiari di Valentina con Vallata, città nella quale tornano appena possono”, prosegue D’Amelio.

Addolora – ma non stupisce – che le vittime siano tutte donne. Appassionate e aperte alla conoscenza di nuove culture e lingue le nostre giovani sono tra le migliori in Europa per profitto nei percorsi universitari. Studiano e si laureano di più dei loro colleghi uomini senza trovare, molto spesso, adeguato riconoscimento nel mondo delle professioni. Alle famiglie di tutte le vittime va il profondo cordoglio del Consiglio regionale della Campania. Una giornata triste per l’Europa che perde cittadine pienamente consapevoli di quello che l’Erasmus rappresenta e delle opportunità che offre e che erano lì per costruire un futuro migliore”, conclude.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Possono interessarti

Caso Quarto, sindaco espulso dal M5S

Il sindaco di Quarto, Rosa Capuozzo, è stata espulsa dal M5S, ma…

Primarie Napoli, soldi ai cittadini per votare

E’ bufera sulle primarie del centrosinistra di Napoli. Un video pubblicato sul…

De Luca: ”a fine aprile smaltiremo le ecoballe”

Campania. Verso la fine di aprile cominceranno a partire i primi camion…

Napoli. Non ci sono sale operatorie, muore 42enne

Campania. Tutte le 9 cardiochirurgie della zona, cinque pubbliche e quattro private…