TEDx Caserta 2016, stasera la notte bianca al CC Campania di Marcianise

Questa sera presso il Centro Commerciale Campania di Marcianise per il secondo anno consecutivo ci sarà il TEDx Caserta 2016, l’incontro si terrà nella notte all’interno della struttura chiusa ai visitatori.

Cos’è esattamente il TED? Lo spiega il suo sito ufficiale,Technology, Entertainment, Design, è un’organizzazione no-profit che nasce circa trenta anni fa in California per dare un palco a chiunque avesse un’idea interessante da condividere. La conferenza TED si svolge una volta l’anno a Long Beach in California. Qui, sono invitati a presentare le loro idee, in massimo 18 minuti, i protagonisti della ricerca, innovazione, riflessione in tutti i campi del sapere. Tra i tanti, queste sono alcune personalità che hanno preso la parola durante i TED: Bill Gates, Al Gore, Jane Goodall, Elisabeth Gilbert, Sir Richard Branson, Nanda Nilekani, Philippe Starck, Ngozi Okonjo-Iweala, Isabel Allende e l’ex Primo Ministro inglese Gordon Brown”.

Quest’anno si discuterà di “My Generation“, un tema molto importante, dove gli speaker parleranno delle differenze tra le varie generazioni, come quelle nate in un’epoca di grandi cambiamenti tecnologici, al fine di portare la discussione sul cambiamento dell’approccio al sapere nell’arco di una generazione.

Gli speaker presenti saranno: Oliver Page, Sophie Tortladze, Christian e Davide Basile, Patrick Burke, Francesco Piccinini, Vincenzo Rusciano, Andrea Delogu, Arianna Giorgia Bonazzi, Irene Alison e Cecilia Zoppeletto.

Andrea Delogu, conduttrice di “Stracult” su Raidue, interverrà con “My High Tech Generation”: “Il T9 come aiuto per la dislessia e la disgrafia per le quali una maestra ti puniva e ti stroncava, nonostante la tua creatività. Il T9 si è dimostrato più paziente degli educatori a correggere le parole scritte male. A quanto pare la nuova generazione di tecnologie può aiutare la mia generazione di dislessici a salvarsi dalla vecchia generazione di insegnanti”, ha dichiarato.

Presente anche l’imprenditore britannico Oliver Page, l’ideatore di “Scooterino” un’applicazione dedicata alla mobilità sostenibile, il quale esporrà un’analisi di come si usano i social network, dell’impatto che hanno sulle persone e del loro impiego nell’ambito del business.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *