Ufficio pubblico: coda per un impiegato che gioca al solitario

Marco B. stava facendo la coda per chiedere il permesso per accedere alla ZTL di Palermo, come tanti altri. Ma mentre attendeva il turno, ha notato un dipendente che, dalla sua postazione, giocava con il Solitario. Da lì a scattare una foto pubblicandola su Facebook il passo è stato breve, ottenendo centinaia di condivisioni e finendo, addirittura, sulle bacheche degli amministratori comunali.

Intanto è stata avviata un’indagine interna che ha portato la dirigente del Servizio Anagrafe a disporre le dovute procedure disciplinari nei confronti dell’impiegato, scusandosi con l’utenza per il grave episodio e ricordando che anche gli altri dipendenti comunali che operano seriamente e con dedizione sono vittime di questo tipo di comportamento.

E il segretario del CSA, Giuseppe B., afferma che “Certi comportamenti da parte dei dipendenti pubblici non sono tollerabili. Per noi che facciamo sindacato a difesa dei diritti dei lavoratori quanto successo nella delegazione comunale in via Fileti ci lascia davvero sbigottiti. Questi atteggiamenti gravissimi – conclude – non fanno che gettare discredito sui tantissimi lavoratori che svolgono con correttezza e dedizione il proprio lavoro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *