Un anno dalla morte di Pino Daniele, l’omaggio dei napoletani

Un anno dalla morte del cantautore napoletano Pino Daniele.

Pino Daniele, uno dei simboli di Napoli e della musica italiana nel mondo, è scomparso improvvisamente un anno fa; un’icona della musica partenopea che ha lasciato un segno profondo, e che i napoletani non smettono di ricordare con eventi e iniziative in suo onore: a un anno dalla morte, i suoi numerosissimi ammiratori si raduneranno in Piazza Plebiscito per un gigantesco flash mob all’insegna della sua musica; nei prossimi giorni ci saranno mostre, visite guidate, eventi musicali, tributi e tanto altro per onorare la sua memoria.

Sarà inoltre realizzata nel Museo della Pace un’ installazione museale permanente chiamata “Pino Daniele Alive“, frutto dell’accordo tra l’associazione no-profit ‘Fondazione Pino Daniele trust onuls’ e la Fondazione Mediterraneo; Michele Capasso, presidente della Fondazione, ha parlato del progetto:

I lavori per la parte strutturale sono terminati: Giorgio Verdelli e Sergio Pappalettera, il grafico che ha realizzato tante copertine dei suoi dischi, stanno facendo un lavoro straordinario e speriamo che l’apertura possa coincidere con il 19 marzo, giorno del compleanno di Pino. Abbiamo messo a disposizione –continua Capasso- sette sale del primo piano del museo, dove vi saranno installazioni interattive, megaschermi touch screen, video mapping. Sarà ricostruito il suo studio con gli strumenti e amplificatori e, grazie a un ologramma, si potrà rivedere Pino suonare“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Possono interessarti

Lecce, aiuole rifatte immediatamente ricoperte da rifiuti

Ormai via Leuca a Lecce è diventato il paradigma di ciò che…

Premio Civitas 2016 Ezio Bosso al Tempio di Serapide

Il primo luglio 2016 alle ore 20.30, il maestro Ezio Bosso si…

Piantagione di marijuana scoperta a Napoli

E’ stata scoperta una piantagione molto grande di marijuana che ha causato…

Lecce: gli obesi si fanno sentire “Non definiteci mostruosi”

C’è stata una vera e propria sommossa che ha spinto un gruppo di…