Vaccini: dosi ancora scarse in Italia

Le dosi per i vaccini per i bambini sono ancora scarsi in Italia e non garantiscono la copertura di tutta la popolazione. Di conseguenza vengono vaccinati sempre meno bambini. L’allarme è giunto da alcuni dati comunicati dalla Direzione generale della prevenzione sanitaria del Ministero della Salute (riferiti ai nati nel 2013).

Purtroppo in Italia non ci sono abbastanza dosi e ciò è molto grave. I vaccini scarsi sono sia quelli obbligatori che quelli raccomandati. I dati che sono emersi dal Ministero della Salute e che sono da mettersi le mani nei capelli riguardano il morbillo e la rosolia: in due anni (2013-2015) le coperture sono diminuite dal 90,5 all’85,3%.

l’Italia potrebbe causare il fallimento del Piano Globale di eliminazione creato dall’Organizzazione mondiale della Sanità. Per quanto riguarda, invece, il vaccino anti-poliomielite è stato somministrato al 93,4% della popolazione e in sole 6 regioni (Piemonte, Lazio, Abruzzo, Basilicata, Calabria e Sardegna). Epatite B (93,2%), Hemophilus influenzae (93,03%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *